Associazione Nazionale Professionale e Sindacale - Federazione Gilda-Unams............................................................................................................... |

Scuola e Covid: la sfida è cominciata!

La campanella è suonata ormai per tutta la scuola italiana e i problemi, come era facile immaginare, sono tantissimi e ormai noti a tutti. Ma la buona volontà per risolverli bene e presto, da parte di tutti gli operatori della scuola c’è ed è molta!
Ci auguriamo che la Scuola vinca la sfida, e auguriamo a tutti coloro che sono impegnati, buon lavoro!
Riteniamo utile riportare il pensiero di un insegnante impegnata sul campo e quello di un autorevole esperto impegnato a tutelare la salute degli insegnanti.
____________

"Vi siete chiesti, tra una polemica e l'altra sulla scuola, sulle singole scuole, cosa significhi ricominciare? Quale sia la tensione lavorativa ed emotiva del personale scolastico docente e non mentre prepara le novità didattiche adeguate al momento, mentre si allestiscono le aule? Vi siete chiesti cosa si provi ad attaccare i cartelli delle misure anti Covid, nel posizionare i disinfettanti, nell'analizzare i piani di entrata e di uscita, nel decidere le modalità della ricreazione?
Vi siete chiesti cosa significhi trasformare uno spazio libero e creativo in un luogo ad alta sicurezza?
Dovreste sentire cosa proviamo dentro, fare silenzio per qualche secondo di fronte a quello che il grande popolo della scuola, dagli studenti  ai docenti, ai dirigenti, al personale ATA sta per avviare: il primo grande necessariamente imperfetto esperimento di vita collettiva di una società che comunque continua a istruire i suoi figli.
Perchè la perfezione non è nel non sbagliare.
Ma nell'andare avanti comunque.
Fate un po' di silenzio e cominciate a tifare per la più grande squadra nazionale che sia mai scesa in campo. E augurate a tutti noi di vincere la sfida".
Luisa fazzini, insegnante

Insegnanti “fragili” perché figli di una politica scolastica errata di Vittorio Lodolo D'Oria